In Recensioni Ferri da Stiro Philips
Philips Azur Performer GC4501/20 – Recensione

I NOSTRI VOTI

Consumi8.1
Potenza Vapore7.2
Potenza Supervapore7.4
Autonomia Acqua6.8
Voto Totale 7.4

COSA CI PIACE
  • Potenza
  • Colpo di vapore e getto di vapore continuo
  • CalcClean
  • Peso e dimensioni
COSA NON CI PIACE
  • Lunghezza cavo
  • Mancanza spegnimento automatico
  • Mancanza antigoccia
  • Mancanza tecnologia ECO
SCHEDA TECNICA
  • Marca: Philips
  • Vapore: 45 gr/min
  • Supervapore: 160 gr
  • Consumi: 2400 Watt
  • Serbatoio: 300 ml
  • Piastra: Steam Glide
  • Scheda Tecnica Completa

Recensione Philips GC4501/20


Nella scelta di un ferro da stiro adatto ad un uso quotidiano, dal prezzo accessibile e semplice da utilizzare, la linea Azur della Philips rappresenta un terreno fertile dove trovare prodotti di qualità che vengono incontro alle personali esigenze.

Dopo la nascita del “fratellino minore”, il GC3802/20, dalle caratteristiche pensate per chi ha pretese più contenute, la Philips ha pensato bene di potenziarne alcuni dettagli per soddisfare un pubblico con esigenze un po’ diverse, che ne farà un utilizzo comunque saltuario, creando così il Philips Azur Performer GC4501/20.

Fermo restando il peso e le dimensioni contenute, insieme alla piastra di qualità e all’anticalcare integrato, che rappresentano in un certo modo la “carta d’identità” dei modelli Azur, troviamo un colpo di vapore più potente, per buoni risultati in poco tempo. Vediamo se la new entry ha le carte giuste per ritagliarsi la sua fetta di pubblico.

 

Contenuto confezione, Ergonomia e Materiali

Ad un primo sguardo, il Philips Azur Performer GC4501/20 si presenta con un design di stampo tradizionale, sia nella forma che nella scelta cromatica. Domina il bianco, con il serbatoio trasparente, utile come promemoria per il livello dell’acqua, con qualche dettaglio in blu scuro, che accompagna la classica forma affusolata e armoniosa. Non mancano un’impugnatura comoda ed ergonomica, e una base piatta che consente di poggiare il ferro in verticale durante le pause: tutti gli elementi presenti ed apprezzati dagli utilizzatori degli altri modelli della linea Azur.

Anche il Philips Azur Performer GC4501/20 ha dimensioni contenute, pari a 32,4 x 16,6 x 14 cm, per un peso di soli 1,4 kg, inferiore rispetto al GC3802/20. Come gli altri modelli risulta leggero e comodo e quindi adatto anche ad un utilizzo prolungato, e il minimo spazio che occupa permette di trovargli posto in casa con facilità. La forma compatta è di aiuto in questo caso, anche per la rientranza alla base dove riavvolgere il cavo di alimentazione, senza rischiare di strapparlo accidentalmente.

Proprio la lunghezza del cavo, pari a due metri, come in altri modelli, tra cui il GC4526/20, è oggetto di commenti da parte degli utenti. Nonostante siano uno standard, sono ritenuti insufficienti, risultando poco agevoli nel seguire tutti i movimenti nella fase di stiratura, e rendendo necessario l’uso di una prolunga per evitare strappi, anche se rimane la protezione in gomma all’attaccatura.

Parlando invece dei pregi, partiamo da un dettaglio di non poco conto: anche il Philips Azur Performer GC4501/20 è utilizzabile con la comune acqua di rubinetto. Infatti non ha bisogno di acqua demineralizzata, grazie al sistema CalcClean integrato, che provvede a tenere sotto controllo gli accumuli in eccesso.

Se la premessa era di creare uno strumento facile da usare, la disposizione dei comandi lo conferma. Mantenendo l’ordine degli altri modelli Azur, tutto è facilmente raggiungibile, dai comandi per il vapore, in prossimità dell’impugnatura, alla rotella per la regolazione della temperatura, nella parte immediatamente sottostante, alla cui sinistra non manca il tasto CalcClean.

 

Tecnologia, Prestazioni e Funzionalità

Partendo dal GC3802/20, il modello meno pretenzioso della gamma, il Philips Azur Performer GC4501/20 si propone di fare un passettino in avanti, cosa che vediamo in particolare per il colpo di vapore, pari a 160 gr contro i 140 del precedente modello, e, di pari passo, nel getto di vapore continuo, con un valore di 45 gr/min anziché 40. Ferma restando la potenza di 2400 W, buona nell’insieme, e il controllo automatico del vapore, che adatta la temperatura e il vapore  in base al tipo di tessuto, fornendo un grande aiuto ai meno esperti ed evitando incidenti di percorso derivanti dall’inesperienza.

L’incremento del vapore è lieve, ma può essere d’aiuto per stirature rapide, con meno passaggi, venendo incontro alle esigenze di utenti con poco tempo a disposizione.

Il serbatoio mantiene la capienza di 300 ml, ritenuta sufficiente per il GC3802/20, e inadeguata per modelli come il GC4526/20, in base alla potenza del vapore. Per il Philips Azur Performer GC4501/20 riteniamo invece che sia abbastanza adeguato, ferma restando comunque la possibilità di riempire ulteriormente il serbatoio durante l’utilizzo, senza dover spegnere l’apparecchio.

Passando quindi alla piastra, non ci aspettavamo certo delusioni: infatti anche in questo modello troviamo una SteamGlide, affermatasi nei prodotti Philips per la particolare scorrevolezza che facilita la stiratura e il rivestimento antigraffio che ne prolunga la durata. Completano l’opera la forma affusolata con le scanalature laterali, per una maggiore precisione, e i fori ben distribuiti lungo la superficie, per una erogazione uniforme del vapore.

Il sistema CalcClean integrato, invece, garantisce buone prestazioni a livello di sicurezza, raccogliendo il calcare in eccesso nell’apposito contenitore, da svuotare periodicamente, ed evitando così blocchi alla piastra e difficoltà nell’utilizzo.

Più che difetti, nel Philips Azur Performer GC4501/20 evidenziamo delle mancanze. Infatti, come il GC3802/20, non integra lo spegnimento di sicurezza né il sistema antigoccia, ed in più, ulteriore nota dolente, è assente anche la tecnologia ECO, fiore all’occhiello del modello appena citato. Anche considerando il prezzo contenuto, stupisce non trovare neanche una di queste caratteristiche: gran parte degli utenti si sarebbe aspettato una piccola attenzione in più.

Le Nostre Opinioni

Il Philips Azur Performer GC4501/20 appare come un valido strumento della linea Azur, con una miglioria sul vapore, ma allo stesso tempo con delle mancanze che non passano inosservate. Certo, il costo contenuto giustifica la mancanza dello spegnimento automatico e del sistema antigoccia, ma, essendo un po’ più elevato del GC3802/20, stupisce che non presenti la funzione ECO per il risparmio energetico.

Resta una soluzione adatta ad utenti con esigenze contenute, ad un uso saltuario e piccoli carichi di lavoro, che ci sentiamo però di consigliare soprattutto in virtù della sua velocità, garantita da una potenza superiore del colpo di vapore, e della minima manutenzione richiesta per mantenere la sua efficienza, grazie al sistema CalcClean integrato.

Scheda Tecnica Philips GC4501/20


  • Colpo di vapore 160 g
  • Vapore continuo 45 g/min
  • Auto-spegnimento di sicurezza
  • Capacità serbatoio acqua  300 ml
  • Easy DeCalc
  • Semplicità d’uso
  • Tempo di riscaldamento 2 min
  • Cavo di alimentazione 2 mt
  • Impugnatura ergonomica SoftGrip
  • Riempimento sempre possibile
  • Sicuro su tutti i tessuti , anche per i capi delicati in seta
  • Auto-regolazione del vapore
  • Riempimento e svuotamento acqua – Apertura di riempimento extra large
  • Voltaggio 220 – 240 V
  • Dimensioni del prodotto 32,4 x 16,6 x 14 cm
  • Peso del ferro 1,4 Kg
  • Rimozione veloce ed efficace delle pieghe
  • Assorbimento 2400 W
  • Piastra Steam Glide

Tabella Philips GC4501/20

CaratteristicaSpecifiche
Vapore45 gr/min
PiastraSteam Glide
Consumi2400 Watt
Serbatoio300 ml


Philips Azur Performer GC4501/20 – Recensione ultima modifica: da Staff FerrodastiroTop

Ti potrebbero Interessare anche:

Staff FerrodastiroTop
Esperti e appassionati del settore elettrodomestici, in questo sito troverete tutte le nostre Recensioni e Opinioni sui principali tipi di ferro da stiro, nonché Guide all'acquisto, Test e Classifiche sempre aggiornate con i Migliori Modelli di Ferro da Stiro attualmente in commercio.

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz